Quando viene usata la ventosa ostetrica?

L’uso della ventosa ostetrica durante il parto, a causa dei rischi ad esso associati, deve essere limitato ai casi in cui si verificano determinate condizioni ostetriche. Le principali situazioni in cui è richiesto l’utilizzo della ventosa comprendono:
•  seconda fase del parto prolungata
• lo stato fetale non è rassicurante
• la mamma presenta malattie, che potrebbero comportare ripercussioni sul bambino durante gli sforzi del parto (ad esempio, malattie cardiache o neurologiche)
• la mamma è stremata e non riesce più a partecipare attivamente al parto
Esistono diversi casi in cui la ventosa ostetrica non dovrebbe mai essere utilizzata:
• Il bambino ha meno di 34 settimane di gestazione. Vi è il rischio di emorragia intraventricolare fetale (sanguinamento nel cervello) a queste età.
• la sproporzione cefalo-pelvica (CPD) è presente, cioè quando il bacino della madre è troppo piccolo per le dimensioni o la posizione del bambino, così da rendere impossibile per il bambino la naturale uscita attraverso il canale del parto.
• la testa del bambino non è posizionata verso il basso o non è sistemata correttamente.
• sono stati effettuati campionamenti del cuoio capelluto mediante posizionamento degli elettrodi sul cuoio capelluto stesso. Queste procedure già da sole possono aumentare il rischio di cefaloematomi (emorragie sotto la pelle della testa) o emorragie esterne a partire dalla ferita del cuoio capelluto stesso.
• si verificano demineralizzazione fetale, disturbi del tessuto connettivo o diatesi emorragica fetale.
Le donne già obese prima della gravidanza e le donne che non sono obese prima della gravidanza, ma che prendono più di 16 Kg durante la stessa, corrono un rischio più alto di aver bisogno della ventosa ostetrica durante il parto rispetto alle donne non obese.

Assistenza legale specializzata per i bambini con lesioni da parto

Se il tuo bambino ha subito una lesione in seguito all'uso di ventosa ostetrica durante il parto, contatta GRDLEX attraverso il nostro modulo online o telefonando.

GRDLEX è uno studio legale con oltre 20 anni di esperienza combinata nell'assistenza a famiglie di bambini disabili in conseguenza di errori medici durante il parto. Se la sede centrale dello studio ha sede a Roma, i nostri avvocati seguono casi in tutto il territorio nazionale. Molte delle nostre richieste di risarcimento sono effettuate nei confronti di ospedali aventi sede nel Lazio, in Lobardia, in Campania, in Puglia, in Sicilia e in altre regioni.

Il nostro staff legale e medico-legale può assistere la tua famiglia al fine di ottenere il giusto risarcimento necessario per l'assistenza, i trattamenti e le terapie a cui il bambino dovrà essere sottoposto per tutta la vita. Vi forniranno inoltre assistenza anche per ottenere il risarcimento del danno fisico e psicologico arrecato a tutta la famiglia.

Il nostro studio incassa il proprio compenso in base al risultato. In altri termini, il compenso non dovrà essere versato fino all'ottenimento del risarcimento.

Contatta GRDLEX per ottenere una valutazione gratuita del caso attraverso una delle modalità sotto indicate.

TOP
Consulenza Gratuita Ora